Il metodo di lavorare del player’s agent internazionale Alessio Sundas è unico. Questo perché ogni giorno fa proposte nuove alle Federazioni di tutto il mondo, per cercare di migliorare lo sport. Proposte che arrivano alle più alte cariche dello Stato, per migliorare la visibilità dello sport. Anche per questo motivo il procuratore Alessio Sundas si è proposto come Ambasciatore per lo sport nel mondo. Motivo per cui anche molti ragazzi delle università scelgono di portare Alessio Sundas Method nella tesi di laurea. Una vera e propria rivoluzione che coinvolge insieme sport e università. Molte tesi presentate dagli studenti d’ora in avanti parleranno del metodo Alessio Sundas, che andrà ad apportare un sostanziale miglioramento dello sport. Di seguito si elencano tutte le proposte avanzate dal rivoluzionario procuratore italiano, e che hanno mobilitato l’interesse di tutti:

1.Proposta aumento sostituzioni in campo;

2.Sundas e il calcio femminile è un valore in più;

3.Proposta sulla riforma degli extracomunitari;

4.Ecco la football fan credit;

5.Il manager sportivo Alessio Sundas propone alla FIFA la REGOLA DELL’1;

6.Sundas è stato il primo a proporre gli stadi di proprietà;

7.Sundas propone il ritorno ai giochi a pronostici;

8.Sundas: “Occhio di lince su tutti gli episodi dubbi”;

9.Sundas contatta la FIFA per la Ricerca Sponsor ed organizzazione degli eventi per rilanciare il calcio dopo il Covid-19;

10.Telecamere contro il razzismo e la violenza negli stadi;

11.Divieto di colpire di testa per i ragazzi under 14;

12.Cambiare il modo di decidere chi far sedere in panchina, con la voce che passa ai tifosi;

13.Cambio generazionale;

14.Cartellino giocatori in comproprietà con le aziende;

15.Stadi ecosostenibili;

16.Petizioni durante il periodo di Covid-19 per cercare di far ripartire il calcio in sicurezza;

17.Nuove regole per accedere al campionato americano MLS.

Ricordiamo inoltre che attualmente Alessio Sundas è amministratore della Sport Man, società leader per la ricerca sponsor e valorizzazione dell'immagine dei giocatori . E’ abilitato anche come agente CONI e player’s agent in Italia, Inghilterra, Spagna, Olanda, Austria, Finlandia, Brasile e Stati Uniti.

 

Il player’s agent internazionale Alessio Sundas è lieto di comunicare che il difensore statunitense Leonardo Castillo è da oggi un suo nuovo assistito. Il forte difensore centrale mancino, classe ’89, ha nella velocità la sua caratteristica migliore, questo grazie alla sua bassa statura di 168 centimetri per 68kg di peso che gli permettono di scattare nel breve e recuperare numerosi palloni nel corso delle gare. E’ un calciatore che milita nei campionati americani da diversi anni, ed ha indossato le maglie dei club: Miami Fusion (National Professional ligue) nella stagione 2016/17, nella FK Basik (Serbian seconda divisione) stagione 2017/18, nella Storm Fc (National Professional ligue) nella stagione 2018/19 ed infine ha giocato nella Miami soccer accademy (National Professional ligue) nella stagione 2019/20. Castillo adesso, grazie al procuratore Alessio Sundas, punta alla MLS e ai club importanti. Il manager fiorentino è pronto adesso a compiere un altro grande risultato e portare altri giocatori in MLS.

Disputare dei mini campionati da 5/6 squadre in campo neutro per decretare i piazzamenti finali del campionato di Serie A della stagione 2019/20. E’ questa la proposta che ha avanzato il player’s agent internazionale Alessio Sundas per concludere il campionato di Serie A. Fermo restando che la salute e l’incolumità pubblica devono fare da bussola in questo duro periodo, la gente ha “bisogno” di distrarsi e di un pò di calcio spettacolo per andare avanti. E’ risaputo che il calcio in Italia è il maggior attrattore visto che conta milioni di tifosi, e che da mesi ormai sono in “astinenza” e che vorrebbero, con le dovute cautele e precauzioni sanitarie, tifare per i propri beniamini. Ecco allora che interviene il procuratore sportivo Alessio Sundas, noto per essere sempre una risorsa piena di iniziative interessanti. Di seguito parte della lettera inviata alla FIGC e alla Lega di Serie A:

«Fermo restando che la prima cosa da considerare è fare in modo che tutte le squadre abbiano le stesse partite giocate: innanzitutto bisogna recuperare le partite che mancano ai diversi club. Fatto ciò, dividere il campionato in 4 “gironi”: 1) zona retrocessione, dove giocheranno i club dalla 20° alla 16° posizione; 2) dalla 15° alla 10° posizione che non giocheranno più fino alla prossima stagione; 3) dalla 9° alla 6° posizione per la zona Europa League; 4) scudetto: dalla 5° alla 1° per l’assegnazione dello Scudetto, zona Champions ed Europa League. Modalità di gioco: mini campionato formato da partite secche da fare tra il 15 di Giugno e il 2 di Agosto 2020 in 3 campi neutri decisi con gara pubblica dalla FIGC. Solo così si avrà il giusto equilibrio tra partite e spettacolo». I vertici Federali in queste ore stanno vagliando la proposta di Sundas e vedremo cosa decideranno.

 

Il player’s agent internazionale Alessio Sundas chiede che ai tifosi italiani vengano rimborsati gli abbonamenti di calcio. “Chi è che deve rimborsare gli abbonamenti ai tifosi? sono le testate giornalistiche. Pensateci bene: il calciatore è di proprietà del club, le redazioni giornalistiche che parlando di calcio, e lo fanno tutt’oggi nonostante il blocco totale, guadagnano lo stesso a differenza delle società che soffrono economicamente lo stop a causa del coronavirus. Facciamo un’ipotesi: Ronaldo è di proprietà della Juventus, quindi la Gazzetta dello Sport, Tuttosport, Sky e Mediaset parlano di Ronaldo, ed è grazie a Ronaldo che si vendono i giornali e le trasmissioni televisive guadagnano share con la relativa pubblicità derivante da sponsor e telespettatori. Quindi è chiaro che le entrate economiche ce l’hanno i giornali e le tv. No i club”. In sostanza è molto chiaro il pensiero del procuratore Alessio Sundas che ribadisce anche il concetto di una giusta compensazione economica a chi purtroppo non potrà assistere alle partite di calcio per questa stagione, cercando almeno di recuperare i soldi spesi per l’abbonamento che serviva a vedere la propria squadra del cuore. “Giornali e tv hanno tutt’oggi un beneficio economico giornaliero, anche grazie ai finanziamenti che lo Stato eroga in modo regolare. Adesso mi rivolgo a voi direttori di giornali e redazioni televisive: mettetevi un attimo la mano sul cuore e prendete e restituite i soldi degli abbonamenti ai nostri tifosi. Siete voi che dovete risarcire i sostenitori dei club. Questo è quello che penso. Il sottoscritto è uno che ha detto sempre le cose giuste, la verità su tutto, sia tramite i comunicati stampa che sui video, nonostante ho poche visualizzazioni, ma questo non mi interessa assolutamente. Non sono raccomandato e vado sempre avanti per la mia strada”.

 

Disputare dei mini campionati da 5/6 squadre in campo neutro per decretare i piazzamenti finali del campionato di Serie A della stagione 2019/20. E’ questa la proposta che ha avanzato il player’s agent internazionale Alessio Sundas per concludere il campionato di Serie A. Fermo restando che la salute e l’incolumità pubblica devono fare da bussola in questo duro periodo, la gente ha “bisogno” di distrarsi e di un pò di calcio spettacolo per andare avanti. E’ risaputo che il calcio in Italia è il maggior attrattore visto che conta milioni di tifosi, e che da mesi ormai sono in “astinenza” e che vorrebbero, con le dovute cautele e precauzioni sanitarie, tifare per i propri beniamini. Ecco allora che interviene il procuratore sportivo Alessio Sundas, noto per essere sempre una risorsa piena di iniziative interessanti. Di seguito parte della lettera inviata alla FIGC e alla Lega di Serie A:

«Fermo restando che la prima cosa da considerare è fare in modo che tutte le squadre abbiano le stesse partite giocate: innanzitutto bisogna recuperare le partite che mancano ai diversi club. Fatto ciò, dividere il campionato in 4 “gironi”: 1) zona retrocessione, dove giocheranno i club dalla 20° alla 16° posizione; 2) dalla 15° alla 10° posizione che non giocheranno più fino alla prossima stagione; 3) dalla 9° alla 6° posizione per la zona Europa League; 4) scudetto: dalla 5° alla 1° per l’assegnazione dello Scudetto, zona Champions ed Europa League. Modalità di gioco: mini campionato formato da partite secche da fare tra il 15 di Giugno e il 2 di Agosto 2020 in 3 campi neutri decisi con gara pubblica dalla FIGC. Solo così si avrà il giusto equilibrio tra partite e spettacolo». I vertici Federali in queste ore stanno vagliando la proposta di Sundas e vedremo cosa decideranno